• Lun - Ven dalle 9:00 a 19:00

  • Via Atto Vannucci, 13 - 50134 Firenze

  • 055241106 - 348 6936286 

Gravidanza :il cibo spazzatura mette a rischio la salute mentale del bambino

gravidanza e ciboTroppo cibo spazzatura in gravidanza fa male al nascituro e in particolare può aumentare il rischio che i bambini già nei primissimi anni di vita presentino disturbi del comportamento, aggressività, attacchi di rabbia e disturbi dell’umore come ansia e depressione.
È quanto emerso da  una ricerca condotta alla Deakin University e pubblicata sul Journal of The American Academy of child and adolescent psychiatry. Diretti da Felice Jacka, i ricercatori hanno analizzato i dati relativi ad oltre 23mila gestanti e ai loro figli, che sono stati seguiti sino al quinto anno di vita.
Gli studiosi hanno analizzato  la dieta delle gestanti con un questionario sulla frequenza di 225 alimenti e poi quella dei bebè seguiti dalla nascita fino a 5 anni, con un altro questionario più limitato. La salute mentale dei piccoli è stata quindi misurata con il protocollo “Child Behavior Checklist” che individua i segnali di aggressività, iperattività, ansia depressione e altri disturbi. È emersa una chiara associazione tra dieta scorretta in gravidanza e il rischio di disturbi del comportamento del bambino.

Fonte:Redazione InformaSalus.it

Tags:
Categories:

Curarsi con il cibo: le 10 regole dell’immunonutrizione

 

ciboQuali cibi possono aiutarci a rinforzare il nostro sistema immunitario e quindi a prevenire le malattie? È quanto indaga l’”immunonutrizione”,  una scienza che studia l’impatto del cibo sul sistema immunitario e quindi  sulla salute.

Mauro Serafini, responsabile del laboratorio di Alimenti funzionali e prevenzione dello stress metabolico presso il Consiglio per la ricerca in agricoltura e Emilio Jirillo, professore di Immunologia all’università di Bari, nel libro “Mangiare per prevenire” spiegano in che modo ogni cibo introdotto nell’organismo produce una reazione del sistema immunitario, uno stato infiammatorio che può essere ‘spento’ con la scelta dei cibi giusti, proprio come se fossero farmaci.

Ecco quindi le 10 regole alla base dell’immunonutrizione.

1. Il sistema immunitario protegge il nostro organismo dagli attacchi esterni, tuttavia il cibo spazzatura (ovvero alimenti ipercalorici e ricchi di grassi) aumenta il rischio di sviluppare le malattie cardiovascolari e alcune forme di cancro.

2. Il consumo di alimenti ad alto contenuto calorico, ricchi di grassi e zuccheri, produce una risposta immunitaria che può durare sino a 6-8 ore dopo il pasto. Associando a questi cibi verdura, frutta o bevande di origine vegetale può tuttavia ridurre i livelli di stress per l’organismo.

3. L’intestino contiene circa 1,5 kg di microbi e batteri, che costituiscono il “microbiota”. Insieme al tessuto immune intestinale, questo ambiente influenza il sistema immunitario.

4. Più che dall’eccesso di peso, il rischio di sviluppare cardiopatie, cancro e diabete è determinato dalla percentuale di massa grassa.

5. È inesorabile in tarda età l’invecchiamento del sistema immunitario. Tuttavia, i cibi che contengono molecole attive vegetali, come frutta e verdura, possono prevenire o attenuare le malattie croniche infiammatorie.

6. Allergie, intolleranze alimentari e celiachia. Il cibo è veicolo di vari tipi di antigeni e può generare reazioni allergiche dannose per l’organismo in qualsiasi età della vita. Per questo è importante eliminare fin dall’infanzia i cibi che hanno causato una reazione immunitaria avversa.

7. A tutte le età i probiotici contribuiscono in modo significativo alla salute e al benessere dell’organismo. Aiutano a prevenire allergie, infiammazioni intestinali di varia natura e alterazioni immunitarie associate a obesità e invecchiamento e ne migliorano il trattamento.

8. Per quanto riguarda i flavonoidi, composti chimici naturali presenti in alcune piante, gli autori scrivono che gli studi sull’uomo sono ancora pochi. Resta inoltre da chiarire l’uso delle sostanze sintetizzate.

9. Il consumo di acidi grassi polinsaturi fa bene al sistema immunitario: l’olio extra vergine d’oliva e il pesce azzurro aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari.

10. Le vitamine e gli oligoelementi sono essenziali per la regolazione di alcune funzioni vitali dell’organismo. Inoltre, ad ogni età, influiscono sulla modulazione della funzione immunitaria, rafforzando i meccanismi di prevenzione dei processi infettivi.

 Fonte:Redazione Informasalus.it

Tags:
Categories:

Puberta’ precoce:junk food sotto accusa

pubertaOggi, rispetto ai decenni passati, i ragazzi americani entrano molto prima nella fase della pubertà. Lo ha evidenziato uno studio dell’american Academy Of Pediatrics pubblicato dal New York Times
Se nel 1860 l’età media della prima mestruazione era di 16,6 anni, si è passati da 13,1 nel 1950 per arrivare a 10,5 nel 2010. Secondo gli esperti oggi in alcuni casi si è arrivati addirittura a 6 o 7 anni. Ciò non rappresenta  solo un fattore di rischio per la salute, ma comporta anche il rischio che aumenti il numero di gravidanze indesiderate tra le adolescenti o, addirittura, tra le bambine.
Tra le cause della pubertà precoce ci sarebbe secondo gli esperti anche il consumo di cibo spazzatura. Ad indagare il fenomeno è stato uno studio condotto dalla dottoressa Marcia  Herman-Giddens con i colleghi dell’ University of  North Carolina. Il junk food infatti, è spesso causa di sovrappeso e obesità. Questi due fattori possono determinaresconvolgimenti ormonali che possono manifestarsi in un forte anticipo del menarca. Ad essere sotto accusa è però anche il consumo di carne: la presenza di estrogeni nell’alimento rilevata negli ultimi anni potrebbe avere un ruolo importante.

Fonte .redazione informaSalus

Tags:
Categories: