• Lun - Ven dalle 9:00 a 19:00

  • Via Atto Vannucci, 13 - 50134 Firenze

  • 348 6936286 - 055 241106

Estate :pomodori per la salute della pelle

I pomodori contengono sostanze preziose per la salute della nostra pelle e, in particolare, in grado di proteggerla dai dannosi raggi UV. A sostenerlo è una ricerca dell’Università di Newcastle (Gran Bretagna), diretta dal professor Mark Birch-Machin e recentemente presentata alla Royal Society of Medicine di Londra.

Prezioso alleato per la salute della nostra pelle  è il Licopene, potente sostanza antiossidante contenuta nel pomodoro, soprattutto quando questi è concentrato sotto forma di salsa, succo. Il Licopene, oltre a proteggere la pelle dagli attacchi esterni come i raggi nocivi, previene le malattie legate all’invecchiamento e quelle dell’apparato cardiovascolare.

Dalla ricerca è emerso che il gruppo di volontarie che ha assunto la passata di pomodoro ha riscontrato il 33 percento di maggiore protezione contro le  scottature solari. Inoltre le analisi di alcuni campioni di pelle delle partecipanti che erano stati prelevati prima e dopo la prova hanno mostrato un aumento dei livelli di procollagene. Questo enzima è il precursore del collagene,  sostanza che dà alla pelle la sua struttura e la cui perdita porta all’invecchiamento e alla tipica mancanza di elasticità.

Gli scienziati hanno comunque sottolineato che la dose assunta dalle volontarie era pari a quella che si potrebbe trovare mangiando molti piatti a base di pomodoro. “Mangiare pomodori – affermano gli studiosi – non vi renderà invincibili sotto il Sole, ma può essere un’utile aggiunta protettiva, insieme alle  protezioni solari, l’ombra e l’abbigliamento.

L’ effetto protettivo del mangiare pomodori sui nostri mitocondri è importante in quanto sono i produttori di energia in tutte le cellule del nostro corpo, compresa la pelle. Quindi essere gentili con i nostri mitocondri può contribuire a migliorare la salute della pelle, che a sua volta può avere un effetto antinvecchiamento”.

fonte redazione Informasalus.it

Tags:
Categories:

Evviva i broccoli !

OLYMPUS DIGITAL CAMERASecondo un gruppo di studiosi dell’Institute of Food Esearch Di Norwich (Regno Unito), per le qualità in essi contenuti i broccoli sono in grado di conservare in salute i mitocondri, cioè le batterie delle nostre cellule tenendole per più tempo ,giovani e forti e contenendo così il pericolo di problemi di salute, come cancro e malattie cardiache. I soggetti implicati nella ricerca sono stati distribuiti in due gruppi. :il primo ha seguito un’alimentazione che prevedeva il consumo di broccoli tutti i giorni,  il secondo utilizzava una dieta a base di un super-broccolo contenente un quantitativo aumentato di glucorafanina, mentre al terzo gruppo non era somministrato il peculiare tipo di vegetale. I ricercatori hanno quindi scoperto che la glucorafanina dei super-broccoli porta a trasformazioni positive nelle molteplici reazioni chimiche che hanno luogo all’interno dei mitocondri, le ‘batterie’ nelle cellule, mantenendole giovani e in salute più a lungo, e che gli stessi benefici possono essere ottenuti mangiando i broccoli comuni. Secondo altri studi risulta che il sulforafano ,derivante dalla digestione della glucorafanina ,presente in ortaggi della famiglia delle crucifere come cavoli ,cavoletti e broccoli è in grado di contrastare l’enzima che provoca il danneggiamento delle cartilagini e delle articolazioni.

 

 

Tags:
Categories:

Mitocondri e peso forma

mitocondriIl peso è condizionato dalla presenza e dalle funzioni dei mitocondri.

Senza mitocondri non si dimagrisce!
Per eliminare l’eccesso di grasso corporeo, l’organismo umano deve “bruciare” i grassi all’interno dei mitocondri. I mitocondri sono organelli presenti in ogni nostra cellula e sono incaricati di “bruciare” solo acidi grassi i, non bruciano i  carboidrati e neppure le proteine .
L’energia umana (ATP: adenosintrifosfato) è generata dall’ incontro tra ossigeno ed idrogeno nei mitocondri delle nostre cellule. L’ossigeno proviene dalla respirazione e l’idrogeno proviene dai grassi alimentari. Per “bruciare” un solo grammo di grasso occorrono ben due litri di ossigeno!
Il matrimonio tra ossigeno ed idrogeno avviene nel mitocondrio. L’energia chimica e la temperatura corporea nascono nei mitocondri!

FORNI PER “BRUCIARE”IL GRASSO
Il numero e il volume dei mitocondri possono variare,dipendono dall’attività motoria. I mitocondri sono localizzati sopratutto nei muscoli. Perdere il muscolo significa perdere i “forni” dove si “brucia “ il grasso: i mitocondri. Occorre saper respirare e realizzare ogni giorno attività motoria aerobica per favorire incontro tra ossigeno e idrogeno dentro i mitocondri!

Senza ossigeno non si dimagrisce, ma si invecchia perché il corpo tende ad acidificarsi. Senza ossigeno siamo inquinati da radicali liberi dell’ossigeno, composti di scarto delle cellule, tossici e aggressivi, che si formano dentro i mitocondri. Senza ossigeno siamo inquinati da idrogeno. Siamo stanchi ed astenici.

ESERCIZI di RESISTENZA
Consiglio anche esercizi di resistenza (pesi, elastici, resistenze meccaniche…) per incrementare massa muscolare  ma sopratutto volume e numero dei mitocondri.
Pensare di dimagrire solo riducendo il cibo è una strada che può portare alla perdita di massa adiposa fino ad un certo livello. Poi il peso corporeo si ferma.

Per realizzare un vero programma per recuperare il migliore peso corporeo occorre sviluppare il numero e il volume dei mitocondri muscolari. E i mitocondri sono localizzati sopratutto nei MUSCOLI. Perdere volume e massa muscolare vuol dire perdere i mitocondri. Quindi pur mangiando nello stesso modo e quantità di cibo… si finisce per accumulare grasso…perché abbiamo perso i “forni”, cioè i mitocondri, che ” bruciano ” i grassi.

Dopo avere perso muscolo e mitocondri possiamo avere anche una continua sensazione di freddo.
Per dimagrire in salute senza blocco del peso corporeo occorre agire sui mitocondri con attività motoria e scegliere un modello di alimentazione. Per avere mitocondri attivi, ho consigliato l’attività motoria aerobica (basata sul movimento delle gambe) ed esercizi di resistenza muscolare.

Passiamo al cibo.

IL CIBO e I MITOCONDRI
Per garantire una sana attività dei mitocondri consiglio queste linee guida alimentari, 80% alimenti di origine vegetale (cereali integrali, legumi, frutta secca, frutta, verdura, olio extra vergine di oliva…), 20 % origine animale (pesce, uova, formaggi freschi e molli..):

  • Buon consumo ogni giorno di cereali integrali (cucina dei cereali).
  • Ogni giorno mangiare almeno due porzioni di frutta e tre di verdura tra cruda e cotta
  • Consumare legumi almeno 4 volte alla settimana, preferire lenticchie e ceci ricche di proteine e meglio tollerati dall’intestino rispetto ai fagioli.
  • Sospendere alimenti composti con farina e eliminare carne rossa e bianca.
  • Scegliere pesce almeno 3 volte alla settimana (omega 3: EPA e DHA)
  • Due – tre uova nella settimana
  • Scegliere olio extravergine di oliva (dose 15 g a pasto donna / 20 g a pasto uomo).
  • Limitare il consumo di zucchero, dolcificanti, dolciumi e bevande zuccherate.
  • Ridurre con decisione sale in cucina e prodotti alimentari contenenti sodio.

Buona giornata in salute !

Pier Luigi Rossi

Tags:
Categories: