• Via Atto Vannucci 13 - 50134 Firenze (FI)
  • Dal Lunedi - Mercoledi - Venerdi 15:00 - 19:00

Attraverso ecografie eseguite in 4D, un team di scienziati della Aston University di Birmingham, nel Regno Unito, è riuscito a osservare che i feti, nella vita intrauterina, reagiscono ai gusti dei cibi ingeriti dalle madri.

In particolare, i feti sorridono al gusto della carota, mentre quando la madre mangia il cavolo sembra quasi che piangano. Lo studio ha visualizzato le espressioni facciali una ventina di minuti dopo che i cibi erano stati ingeriti dalle gestanti. I risultati della ricerca sono stati pubblicati da Psychological Science.

 

Lo studio – che ha coinvolto 100 donne in gravidanza che ingerivano delle pasticche al gusto di carota o cavolo – potrà aiutare nella comprensione dello sviluppo del senso di gusto e olfatto nell’uomo. A oggi, infatti, le ricerche si sono basate su dati raccolti dopo la nascita.

 

Secondo i ricercatori, inoltre, quello che mangia la madre durante la gravidanza potrebbe influenzare le preferenze di gusti nei bambini dopo la nascita e potenzialmente avere implicazioni nel favorire abitudini alimentari sane.

 

Fonte: Psychological Science 2022