• Lun - Ven dalle 9:00 a 19:00

  • Via Atto Vannucci, 13 - 50134 Firenze

  • 348 6936286 - 055 241106

Il pranzo di Ferragosto

Il 15 di Agosto non si può non festeggiare se non con il tradizionale pranzo. Le ricette per il menù del pranzo di Ferragosto devono essere appetitose ma allo stesso tempo fresche, per aiutarci anche a combattere la calura. La tavola in giardino, sotto il terrazzo oppure in veranda, per i più fortunati vista mare: ogni location sarà il posto ideale per rilassarci e goderci i manicaretti che abbiamo accuratamente preparato. Si parte dagli antipasti, passando per un primo leggero, con un secondo appetitoso senza farci certo mancare frutta e dolce.

Antipasti:

Sicuramente la scelta cadrà su una serie di antipasti freddi da gustare, precedentemente preparati, leggeri e tipicamente estivi. Tante verdure, formaggi, olive e salsine ci premetteranno di realizzare stuzzichini da leccarsi i baffi. Sempre in tema di verdure estive la classica caponata siciliana è un perfetto antipasto per il pranzo di ferragosto che si può preparare anche con un paio di giorni in anticipo. E, da allestire all’ultimo momento, le bruschette di fichi e acciughe un antipasto fuori tavola stuzzicante per andare oltre il solito prosciutto e melone. I peperoni sono ora in piena stagione, sono dolci e carnosi e sono ottimi cucinati in tutti i modi, in versione calda come i peperoni gratinati o fredda come i fagottini di peperone al tonno, o abbinati alla carne come nella classica ricetta piemontese del coniglio con i peperoni.

Il primo piatto:

Cosa di meglio se non una pasta fredda per il 15 di agosto? Prepariamo circa 60 grammi di pasta a commensale e condiamola con olio evo. Scoliamo l’olio da una scatoletta di tonno e aggiungiamola sminuzzandolo. Prendiamo poi delle mozzarelline rotonde e tagliamole a spicchietti, delle olive toste nere e una manciata di basilico tagliato a filini. Completiamo infine con tocchetti di acciughe sott’olio e mescoliamo delicatamente. Un giro di crema di aceto balsamico darà un leggero sapore agrodolce.

Ricordiamoci che la pasta deve essere al dente per non ammollarsi troppo. Serviamola fredda di frigo e gustiamo con una manciata di pangrattato salato fatto saltare in pentola con olio evo (raffreddato).

ll secondo:

Esteticamente impeccabile, delizioso e fresco al palato, è il coniglio a fettine in gelatina. Altra alternativa fresca ma gustosa? Sicuramente un’insalata di pollo ricca.

 

E per finire, non può mancare il cocomero, magari in versione gelo d’anguria e una torta gelato cioccolato e menta

 

 

Buona festa a tutti con il brindisi delle vecchie signore del film Pranzo di ferragosto.

 

 

Categories:

SPAGHETTI ALLE ACCIUGHE

Per sei persone

 

500 gr di spaghetti

6 filetti di acciughe

3 cucchiai di pan grattato

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

pepe sale poco

 

fate lessare la pasta in abbondante acqua salata. Nel fra tempo,fate scaldare l’olio in un tegame unite  le acciughe tritate e il pan grattato .lasciate insaporire e unite la pasta cotta al dente ,ponete ancora sul fuoco per qualche minuto

mescolando e quindi servite in tavola.kcal/porz 292

 

Categories:

I ghiaccioli di melone: una fresca merenda!

Avete mai assaggiato i ghiaccioli di melone?

Forse sì, ma è ovvio che preparati con le vostre mani saranno ancora più buoni! Inoltre, ho intenzione di consigliarvi un piccolo ingrediente segreto, che vi aiuterà a rendere questo fresco dessert tipicamente estivo ancor più buono. I ghiaccioli di melone non sono difficili da preparare e vi propongono un sapore unico e dissetante, capace anche di soddisfare le vostre improvvise voglie di dolci.

Pochi ingredienti semplici e freschi, un po’ di pazienza e tanta voglia di assaggiare e proporre un dessert unico, sono quel che basta per permettervi di assaporare questa delizia. Pertanto, continuate a leggere: vi dirò tutto quello che dovreste sapere su questa preparazione e sul suo ingrediente protagonista. Iniziamo?

 

Il melone: un frutto da non sottovalutare

Alleato della salute della nostra pelle e dotato di notevoli proprietà antiossidanti, questo frutto nasce dalla pianta Cucumis Melo, che appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae. Si pensa che le sue origini siano radicate in Asia, che ad oggi ne è il principale produttore in tutto il mondo, seguito dall’Europa, dove Italia, Francia e Spagna si occupano delle maggiori coltivazioni di questo frutto.

È ricco d’acqua e di zuccheri della frutta, e offre un notevole apporto di ferro, potassio, fosforo, magnesio, calcio, zinco, selenio e rame, ma anche di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K, J e di tanti altri fitonutrienti molto utili al corpo. Grazie a tutto questo, i ghiaccioli di melone si rivelano estremamente nutrienti e benefici per l’organismo. Le ricerche affermano infatti che questo frutto è capace di contrastare l’attività nociva dei radicali liberi, di ottimizzare la circolazione sanguigna e la pressione arteriosa.

Oltre a questo, è da sempre noto che abbiamo a che fare con un alimento che ci aiuta a proteggere la vista e il sistema nervoso; che ci propone valide azioni depurative e idratanti. Questo frutto è anche molto saziante ed è ottimo per chi desidera perdere peso. È in grado di stimolare la produzione di melanina, di contrastare la depressione e di aiutarci a prevenire malattie delle ossa, come ad esempio l’osteoporosiGli ultimi consigli per la preparazione dei ghiaccioli di melone

Per preparare questa delizia dal sapore estivo, avrete ovviamente bisogno di un melone fresco, ma anche maturo, meglio se biologico. In questo modo, potrete contare su un sapore fantastico. Oltre a questo, vi consiglio di aromatizzare il vostro fresco dessert con qualche speciale retrogusto, come ad esempio quello della vanillina: una scelta che renderà il tutto ancora più buono!

Per finire, vi ricordo che per preparare i ghiaccioli di melone, dovrete poter contare su un buon frullatore ad immersione. Sceglietene uno con lame resistenti, con una struttura robusta e facilmente maneggiabile. Queste sono le principali caratteristiche di quello che ho scelto per la mia cucina e vi posso assicurare che non mi delude mai!

 

Ingredienti per 5 ghiaccioli:

1 melone maturo

1/2 limone

1 bustina di vanillina

 

Cannucce colorate grosse o Bastoncini di legno da gelato

Frullatore ad immersione

4 bicchierini da caffè di plastica

Procedimento

Mettete la polpa del melone tagliata a cubetti insieme al succo di limone e alla vanillina. Frullate il tutto fino ad ottenere una bella polpa omogenea.

Versate la polpa in ciascun bicchierino quasi fino all’orlo e mettete i bicchierini nel congelatore per far solidificare.

Dopo circa 30 minuti inserite le cannucce tagliate a metà o i bastoncini di legno dentro ogni bicchierino: la polpa sarà già abbastanza solida da far restare dritta la cannuccia.

Lasciate congelare i ghiacciolini per almeno un paio di ore. Per toglierli dal bicchierino basterà che li teniate in mano per qualche secondo: il calore della pelle farà staccare il ghiacciolo.

Tiziana Colombo

Tags:
Categories:

Insalata di baccalà e asparagi in salsa verde

 

T

AA084886
cucina
270
338
254
2700
3380
RGB

empo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti

Difficoltà: Media

Ingredienti per 4 persone

480 g di baccalà ammollato

1 bicchiere di latte scremato

1 lt di acqua

1 carota e mezza

1 cipolla e mezza

1 gambo e mezzo di sedano

2 fette di limone

1 rametto di timo

3 grani di pepe nero

2 mazzetti di asparagi

1 mazzetto di crescione

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 mazzetto di prezzemolo

sale

pepe rosa in grani

20 g di Grana Padano DOP

 

Preparazione della ricetta

Togliete al baccalà la pelle e le lische, tagliate la polpa a fette regolari e sistematele in una terrina.  Copritele con il latte a temperatura ambiente e lasciate da parte. Fate bollire in una casseruola un litro circa di acqua con l’aggiunta di carota, cipolla, sedano, fettine di limone, timo e grani di pepe nero. Mettete sulla casseruola il cestino adatto per la cottura a vapore e cuocete gli asparagi per circa 15 minuti;teneteli in caldo una volta cotti. Foderate il cestello stesso con un po’ di carta da forno, disponetevi sopra le fettine di baccalà sgocciolate e cuocetele coperte per 6/7 minuti. Frullate il crescione insieme al prezzemolo con l’olio e un pizzico di sale, in modo da creare una salsa morbida con l’aggiunta di un po’ di brodo di cottura filtrato. Preparate delle cialdine grattugiando il grana Padano e mettendolo in piccole quantità in una teglia antiaderente nel forno per il tempo necessario a farle dorare. Disponete la salsa di crescione sul fondo del piatto, adagiatevi sopra il baccalà e gli asparagi, spargete i grani di pepe rosa e accompagnate il tutto con le cialdine di grana Padano.

 

 

Consigli nutrizionali

Questa ricetta è ricca di proteine di alto valore biologico e grassi buoni (in maggioranza monoinsaturi) e non apporta glutine. È ricca di sostanze protettive e antiossidanti come zinco, selenio, Vitamina A, E, C, oltre ad un buon apporto di B12, acido folico, iodio e molto calcio. Data la mancanza di carboidrati con questo secondo si può ottenere un buon equilibrio nutrizionale consumando un primo a base di riso, pasta o altri cereali. Le proteine del baccalà possono sostituire quelle della carne, e date le sole 232 calorie, questo secondo si presta ad essere inserito anche nelle diete ipocaloriche. Attenzione però al sale con cui viene conservato il pesce, apporta molto sodio e nonostante la ricetta sia ricca di potassio è bene consumare questo pesce non di frequente.

 

 

 

Ricetta di: Margherita Fiorentino

Categories:

La torta mimosa,per un giorno speciale

La torta mimosa è un dolce famoso che viene preparato in occasione della festa della donna,l’8 marzo.

Dosi per 6 persone: pan di Spagna del diametro di 22 cm ,crema pasticcera,panna montata,ananas sciroppato.

Eliminate dal Pan di spagna la parte scura esterna,con un coltello dalla lama lunga dividetelo e ricavate 2 dischi di uguale spessore.Bagnate,col succo d’ananas un disco ,su cui stendete  uno strato di crema pasticcera poi aggiungete l’ananas a pezzetti .Ricoprite tutto di panna montata,dando alla torta una forma di cupola . Sbriciolate l’altro disco di pan di Spagna sul dolce ,per avere l’effetto” mimosa”.Conservate in frigo ,fino al momento di servire.

P.s non contate le calorie,ma festeggiate questo giorno .

Auguri a tutte le donne che leggeranno questa ricetta !

Tags:
Categories: