La dieta che allunga la vita

allunga virGrazie ai numerosi studi medici è sempre più chiaro quali siano gli alimenti da preferire. Alcuni cibi assicurano il rallentamento dell’invecchiamento del nostro organismo allungandone anche la loro durata.

Per influire positivamente sul nostro organismo è necessario scegliere alimenti a basso apporto calorico ed evitare i cibi e le bevande legate all’insano sistema del “fast food” cioè quei cibi raffinati ricchi di grassi idrogenati, sale e zuccheri semplici: ad esempio patatine, bibite zuccherate o con conservanti, merendine e cibi precotti. Non devono invece mancare nella nostra dieta gli alimenti che apportano poche calorie e molte vitamine: in particolare le vitamine C ed E che, grazie alla loro azione antiossidante, riducono l’azione dei radicali liberi . Anche i fitocomposti, come i polifenoli, contenuti per esempio nell’uva nera, hanno un effetto simile a quello degli antiossidanti e una volta introdotti nel nostro corpo agiscono direttamente sui meccanismi biochimici rallentandone l’invecchiamento cellulare.

Ma in quali cibi possiamo trovare queste preziose sostanze?

In cima alla classifica troviamo insieme all’uva nera, che aiuta anche all’eliminazione delle scorie in eccesso,i frutti di bosco ricchi di polifenoli: il mirtillo rallentano l’invecchiamento della pelle mentre le more ci difendono dalle infezioni ed aiutano il lavoro del cuore.

Seguono il cavolo e il broccolo che contengono un mix di vitamina C, antiossidanti aminoacidi ed hanno  un’azione depurativa e rinforzante delle nostre difese immunitarie.

Per proteggere il nostro apparato urinario  e quello cardiovascolare sulla nostra tavola non deve mancare la barbabietola  mentre l’arancia, come gli altri agrumi, ricca di vitamina C è uno degli alimenti che ci aiuta a rimanere giovani. Aggiungete nelle vostre ricette anche gli spinaci, che fanno molto bene alla vista, la bieta, la zucca e le carote, le prugne secche, l’aglio e la cipolla: tutti questi alimenti svolgono un’attività anticancerogena e anti- invecchiamento.

Un segreto per mantenere inalterate le sostanze contenute nell’aglio? Schiaccialo prima di utilizzarlo nella cottura dei cibi.

Una soluzione ideale per introdurre le sostanze antiossidanti e le vitamine contenute negli ortaggi freschi è quella di assumerli sotto forma di centrifuga di frutta o frutta mista a verdura oppure con una macedonia mista, da mangiare magari la mattina a colazione.

Un’altra precauzione importante al momento dell’acquisto di frutta e verdura fresche è di verificarne la qualità: i cibi non devono essere contaminati da sostanze inquinanti, da fertilizzanti, pesticidi ed ormoni altrimenti verranno a mancare i presupposti dell’introduzione delle sostanze benefiche.

Ci sono in natura altre sostanze, contenute sempre negli alimenti, che fungono da anti – infiammatori e proteggono i nostri organi: sono gli omega- 3. Grazie a questi elementi naturali riusciamo ad agire direttamente sui nostri organi migliorandone la funzione immunitaria e prolungandone i periodi di benessere.

Anche in questo caso i cibi che contengono gli omega-3 sono di origine vegetale: i polifenoli del tè verde, la capsaicina del peperoncino, la curcuma del curry e il resveratrolo contenuto nella buccia dell’uva nera. Abbondano di omega-3 anche l’olio di lino, solo se consumato a crudo, il rosmarino e l’origano secchi, i semi di lino e di zucca, la soia, le mandorle, le nocciole e le noci. Consuma spesso i cereali integrali in chicco come il riso, l’orzo e l’avena, il grano saraceno, il miglio e la quinta: questi alimenti che conservano i tegumenti esterni e il germe interno forniscono molte proteine e i benefici acidi grassi polisanturi.

Una sostanza utile alle donne sempre a corto di calcio e a rischio di osteoporosi, cioè della rarefazione ossea, è quella contenuta nella pianta dell’equiseto. Questa comune pianta è l’alimento con il più alto contenuto di silicio del mondo vegetale e contiene anche carbonato di calcio, solfato di potassio, magnesio, ferro e manganese: tutti elementi con un forte potere rimineralizzante.  Per irrobustire le ossa bevi una tisana di equiseto tre volte al giorno ed alimentati con piselli, fagioli, broccoli, pesce azzurro, aringa e salmone che hanno una grande quantità di vitamina D. Sesamo ed alghe sono ricchi di calcio e ne contengono in quantità superiore del latte e del formaggio.

www.ministerosalute.it

Tags:
Categories:

Posted by Amelia La Malfa